Acquaviva delle Fonti: un comune contro l’amianto

Acquaviva delle Fonti: un comune contro l’amianto

Grazie davvero di cuore al sindaco di Acquaviva delle Fonti Davide Carlucci e all’assessore Mimmo Ferrante per l’adesione alla petizione #BastaAmianto e per tenere alta l’attenzione su questo tema, con determinazione e concretezza!

Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva delle Fonti
L’Amianto uccide, e lo fa in silenzio. Per questo ci siamo spesi molto per favorire la rimozione dell’Amianto dalle nostre abitazioni.
Due anni fa il Comune ha finanziato 50 interventi di bonifica a favore di privati cittadini con 65mila euro di finanziamento regionale e ci candideremo al prossimo per ripetere l’iniziativa. Abbiamo rimosso l’amianto presso la Scuola Giovanni XXIII. Abbiamo cercato di sensibilizzare la cittadinanza ad effettuare l’autonotifica regionale obbligatoria, anche attraverso la convenzione “Puglia Eternit Free” con Legambiente Puglia, che ha permesso ai cittadini di usufruire di consulenze gratuite. Siamo intervenuti in più occasioni nelle nostre campagne per rimuovere l’amianto abbandonato e bonificare le aree inquinate.

Eppure non basta. Le risorse a disposizione dei comuni sono troppo poche per affrontare un problema così grande. Per questo con l’Assessore Mimmo Ferrante abbiamo aderito alla campagna #BastaAmianto, per chiedere al Parlamento di legare un extra-incentivo per la bonifica della copertura agli incentivi dedicati a chi produce energia pulita attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici. Firmatela anche voi!

Chiudi il menu